Contrastare l’inquinamento marino

Green / 15.07.2019

Dal sito di Rivista Natura, segnaliamo questo articolo che ci dà un aggiornamento sull’andamento di una delle iniziative più incredibili messe in atto dall’uomo per contrastare l’inquinamento marino.

Si è parato tanto di questo progetto e speriamo che i problemi vengano risolti in fretta. Attraverso il sito è possibile fare una donazione per aiutare gli organizzatori a rimettersi “al lavoro”. Ecco il link: https://theoceancleanup.com/

“A pochi mesi dalla partenza, il Sistema 001 Wilson, un galleggiante a ferro di cavallo lungo 600 metri per la rimozione di materiale plastico accumulato nell’isola galleggiante più estesa del pianeta, mostra i primi segni di malfunzionamento. A diffondere la notizia è Boyan Slat, fondatore e amministratore delegato della Ocean Cleanup, compagnia olandese che dal 2013 si è lanciata nella sfida di liberare almeno in parte gli oceani dalle tonnellate di plastica che li invadono.
Secondo quanto riportato dalla notizia rilasciata da Ocean Cleanup, il 29 dicembre sarebbe stato rilevato un guasto strutturale al Sistema Wilson. Slat parla del distaccamento di una sezione terminale del Sistema 001, lunga 18 metri, individuata dai membri del team. La causa della frattura potrebbe essere attribuita al forte stress localizzato cui il materiale è sottoposto, tuttavia ulteriori analisi faranno più chiarezza sulla questione. Il resto del Sistema, precisa Slat, permane in perfette condizioni, senza alcuna possibilità di girarsi su sé stesso o senza nessun tipo di danno né perdita di eventuali materiali che potrebbero danneggiare l’ambiente o mettere a rischio la sicurezza del personale o delle navi.”

Continua su https://rivistanatura.com/ocean-cleanup-un-guasto/

Tags:

Comments are closed.